martedì 14 settembre 2021

Albero di Vita

Albero di vita

che abbraccia il mondo intero.

Innocente Uomo 

con forza ti ha portato

e sul monte calvo

con amore ti ha piantato.

Sei cresciuto forte e robusto.

Le tue radici

d’amore son nutrite.

Dai tuoi rami il frutto di speranza:

rosso di sangue,

lava il mio peccato

e il suo forte sapore

Speranza dona a tutti.

sabato 11 settembre 2021

2001 - 11 SETTEMBRE - 2021

Ci sono eventi che segnano. Tutti ricordiamo dove eravamo nel momento dell’attacco alle Torri Gemelle. Ricordo ancora la voce di mia mamma che, vent’anni fa, diceva "è la fine del mondo". Lo era sul serio. Il mondo, come lo avevamo conosciuto fino a quel momento, sarebbe inevitabilmente finito, cambiato. La storia, da quel giorno, è stata stravolta, come un libro ha iniziato a girare le sue pagine in modo veloce intrecciando gli eventi che avrebbero caratterizzato la nostra contemporaneità e che, ancora oggi, portano dolore nelle vite di molti.

A modo mio rendo onore alle vittime e agli eroi di quel drammatico 11 settembre 2001.

giovedì 2 settembre 2021

Innamorarsi della casa comune

Ieri in autostrada, mentre viaggiavo per andare in provincia di Reggio Calabria, ho potuto vedere lo scempio che gli incendi di questa estate hanno causato e stanno continuando a causare in Calabria (perché nonostante i media non ne parlino, ci sono ancora). Paesaggi bellissimi che ormai sono tappezzati di bruciature che impiegheranno anni a tornare verdi. La cosa triste, però, è che gli occhi rischiano di abituarsi a questo scempio, di passare accanto e non notare i cambiamenti negativi dei nostri paesaggi. Dovremmo rinnovare il nostro sguardo e iniziare a guardare le nostre terre con gli occhi degli innamorati per poterne apprezzare le bellezze e difenderle. Perché non dobbiamo dimenticare che abitiamo tutti in una casa comune di cui prenderci cura.

lunedì 30 agosto 2021

Il vuoto della pornografia

Non cedete mai alla tentazione di aprire la cronologia dei browser dei vostri figli perché potreste restare sconvolti. È quello che è accaduto a me con uno degli adolescenti della comunità in cui lavoro. Mi chiese un favore, non riusciva a ritrovare un sito sul quale aveva visto una cosa e gli diedi una mano controllando la sua cronologia. Lui fu ingenuo ma io fui sconvolto dalla quantità di siti pornografici che aveva visitato.

Cerchiamo di sfatare un mito: questo fenomeno non è prerogativa maschile ma ci sono delle ricerche degli ultimi anni che affermano che il fenomeno in questione prende piede anche tra le donne e, naturalmente, tra le adolescenti. C’è da sottolineare che la pornografia non è un fenomeno adolescenziale ma una grande fetta di adulti ne ha una dipendenza.

Cosa spinge i nostri giovani a usufruire di questo materiale che è presente in rete? Bisogna distinguere due ordine di cose. Senza ombra di dubbio la facilità di accesso e la gratuità sono degli indicatori fondamentali. Un altro concetto importante è la pornografizzazione che sta assumendo una cornice importante non solo per internet. Questo termine indica quel processo che vede estendere la pornografia oltre i limiti in cui era confinata nel passato. Per i nostri ragazzi questo è deleterio perché, in una fase della vita in cui sono alla scoperta del nuovo, in cui subiscono dei cambiamenti corporei impostanti e in cui iniziano a fare i conti con la sessualità, è pericoloso. La pornografizzazione rischia di trasformare la sessualità in una mera prestazione e non più come atto emotivo. Questo processo è un male perché esclude il cuore e i sentimenti dalla sessualità puntando l’attenzione sulla pratica. Infatti, la tecnica (che nel caso della pornografia è denigrante della persona), insieme alla dipendenza che si può avere con il tempo, sono la cosa più pericolosa che ci troviamo davanti.

sabato 21 agosto 2021

Quell’amore che non riesco a trattenere

Quell’amore che non riesco a trattenere è un libro bellissimo che ho letto tutto d’un fiato (mi sono alzato dal divano una sola volta per bere). Un testo, questo di Alumera, che dalle prime pagine in cui racconta della nonna (pagine che mi hanno emozionato tanto) è un vero e proprio inno all’amore, dove a tratti sembra di leggere delle vere e proprie poesie che rendono la scrittura ancora più emozionante rendendo il racconto romantico.

Il libro parla delle coincidenze impossibili che hanno portato Alumera a sentirsi influencer di luce e si conclude con un invito affinché tutti possano esserlo. Personalmente, questo testo, l’ho letto in un periodo in cui mi sto interrogando su come essere testimone del Vangelo anche sui social, su come fare per donare, anche digitalmente, un’immagine reale di me stesso e non patinata. Ed è in questo tempo di riflessione che ho iniziato con le foto LEGO-cristiane, che ho trovato un modo mio (oltre alle poesie) per poter gridare al mondo che Dio ci ama.