giovedì 3 luglio 2008

Rabbia

Rabbia che espandi
aura di insostenibile bellezza
ma pericolosa per la mia vita.
Scuoti alberi,
alzi polvere e terra.
Alzi onde maestose
che ogni lido distrugge:
sabbia che trascninata via
toglie spazi a divertimenti.
Una luna in lontananza
impallidisce la notte,
non ha luce per me
che invano aspetto il tramonto.

2 commenti:

  1. E' sempre un piacere leggere le tue poesie :))) !!!bacio Antonella

    RispondiElimina
  2. miss cerasella5 luglio 2008 17:53

    hei ma che bel blog! e che bell'idea.. le tue poesie sono belle come al solito! e bravo giovannino..
    cerasella

    RispondiElimina